Cos’è Copernius?
20 ottobre 2017
Show all

EVENTO: Infoday – Politica spaziale europea: I programmi Copernicus e Galileo

Due giorni di lavoro a Venezia e Padova per aver indicazioni sulle attività del Programma Copernicus ed i benefici disponibili
European Space Policy: The Copernicus and Galileo Programs 
Space Uses for the Benefits of Humanity- The wealth of space based data for manifold purposes

L'evento mira a promuovere la consapevolezza degli usi multipli di dati e informazioni di Copernicus e Galieo, offrendo l'opportunità di gestire e dimostrare la formazione di base su:
• dati e informazioni disponibili;
• potenziali usi e servizi disponibili;
• strumenti disponibili per accedere ai dati e alle informazioni.

Potenziali usi e applicazioni di Copernicus in generale e in categorie specifiche di utenti o settori di attività:
• monitoraggio del suolo,
• monitoraggio marino,
• gestione delle zone costiere,
• aspetti legati agli scenari culturali,
• agricoltura
• sicurezza dei servizi.
30 OTTOBRE 2017
Venezia – Palazzo della Regione
Fondamenta Santa Lucia 23, 30121 Venezia VE

Agenda
9.30 – 10.00 Welcome e Registrazione

10.00 – 11.00 Saluti Istituzionali
Chair: IEST – Istituto Europeo per lo Sviluppo Tecnologico - dr. S. De Zorzi

  • dott. R. Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto
  • avv. C. Corazzari Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto
  • dott. M. Facchini, Direttore I2 Copernicus Commissione Europea - DG Growth
  • dott. M. Praet, Direttore Divisione ESA - Agenzia Spaziale Europea
  • dott.sa B. Deisting, Vice Presidente NEREUS

11.00 – 13.00 Il programma Copernicus: Copernicus-Relays e Academy network
I Copernicus Relays, sono una nuova rete e community creata dalla Commissione Europea, e rappresenteranno Copernicus a livello locale e regionale per promuovere i vantaggi del programma di Osservazione della Terra della Commissione Europea. Saranno la voce, ma anche gli occhi e le orecchie della Commissione Europea a livello locale e regionale, per garantire che le esigenze degli utenti siano integrate nel programma e massimizzarne l’utilizzo a livello locale e operativo. I Relays agiranno come centri di eccellenza locali, coordinando e promuovendo le attività che ruotano attorno al programma Copernicus, i suoi benefici e le opportunità per i cittadini e le imprese locali. I membri di questa nuova rete svolgeranno un ruolo fondamentale nell'allargamento della comunità degli utenti di Copernicus, sviluppando nuove applicazioni e massimizzando i vantaggi di dati e informazioni di Copernicus. La rete fa parte di un più ampio ventaglio di iniziative volte a fornire informazioni sul programma e ad affrontare le eventuali esigenze dei cittadini in merito all'accesso ai dati e alle informazioni di Copernicus

Chair: Regione del Veneto - dott. F. Alberti

  • dott. S. Ourevitch, Direttore dell'ufficio di supporto Copernicus - La strategia di "User Uptake" di Copernicus.
  • prof. B. De Bernardinis, Delegato nazionale per il Copernicus User Forum - Il coordinamento dell'utenza nazionale quale contributo alle politiche spaziali nazionali ed europee.
  • dr. S. De Zorzi, Direttore scientifico IEST Le reti Accademy e Relay come facilitatori del dialogo tra università, ricerca e territorio
  • prof. V. Tramutoli, Università della Basilicata – Consorzio TeRN - L’importanza della dimensione locale dei Networks Europei delle Copernicus Academies e dei Relays per lo sviluppo e la promozione del Programma Copernicus alla scala globale.
  • dott. V. Caroselli, Presidente Lazio Connect - Copernicus per il Business
  • dott.sa R. Ayazi, Segretario Generale Nereus - Sfruttare il potenziale della collaborazione interregionale: l’esempio della Regione Veneto.

13.00 – 14.30 Networking Lunch

14.30 – 16.00 Copernicus in Azione: temi, domini ed esempi
Il Programma Europeo di osservazione della terra Copernicus, è un insieme complesso di sistemi che raccoglie informazioni da molteplici fonti, ossia satelliti di osservazione della Terra e sensori di terra, di mare ed aviotrasportati. Integra ed elabora tutte queste informazioni, fornendo agli utenti, istituzionali ed afferenti al comparto industria, informazioni affidabili e aggiornate attraverso una serie di servizi che attengono all'ambiente, al territorio ed alla sicurezza. Copernicus ha tra i suoi obiettivi anche quello di garantire all’Europa una sostanziale indipendenza nel rilevamento e nella gestione dei dati sullo stato di salute del pianeta, supportando le necessità delle politiche pubbliche europee attraverso la fornitura di servizi precisi ed affidabili. I servizi si dividono in sei aree tematiche: il suolo, il mare, l'atmosfera, i cambiamenti climatici, la gestione delle emergenze e la sicurezza. Tali servizi, forniti da operatori incaricati dalla Commissione, supportano una vasta gamma di applicazioni a supporto delle aree urbane, della pianificazione regionale e locale, dell'agricoltura, della silvicoltura, della pesca, della salute, dei trasporti, dei cambiamenti climatici, dello sviluppo sostenibile e della protezione civile. In questo info day si vuole portare le varie tematiche a conoscenza del pubblico spiegandone la logica di suddivisione.

Chair: European Space Agency - dott.sa A. Tassa

  • dr. G. G. Calini, GSA – Opportunità per le Regioni tramite applicazioni che utilizzano i dati dallo spazio.
  • dir. P. Bahurel, Mercator Ocean – Copernicus Marine Service, uno strumento europeo per le Regioni verso la crescita blu: esempi concreti in Italia.
  • dr. A. D. Astyakopoulos, Demokritos Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica – Innovative Downstream Earth Observation and Copernicus enabled Services for Integrated maritime environment, surveillance and security.
  • dr. B. Cuca, Politecnico di Milano – Il contributo delle tecniche di osservazione della terra e delle geo-informazioni per la salvaguardia dei paesaggi e dei beni culturali – una prospettiva regionale.
  • dott. M. Antoninetti, CNR-IREA – Down stream service in agricoltura per il monitoraggio regionale e a supporto della gestione aziendale: l’esperienza dei progetti FP7 SPACE ERMES e SPACE4AGRI.

16.00 – 16.15 Coffee break

16.15 – 17.45 Copernicus in Azione: progetti e casi reali
Quali sono i bisogni e qual’è l’esperienza maturata da regioni, provincie e comuni in materia di utilizzo di dati e servizi Copernicus? Fornendo servizi via satellite e informazioni sullo stato del nostro ambiente e in materia di sicurezza, Copernicus contribuisce a un miglior processo decisionale, a una pianificazione di lungo termine, e a un effettivo impiego di risorse, rendendo quindi la spesa pubblica più efficiente. In questa sezione le Regioni e le Aziende presentano i propri progetti e casi reali all'interno del programma Copernicus

Chair: NEREUS - dott.sa R. Ayazi

  • dott. R. Lanari, CNR-IREA – Studio delle deformazioni del suolo grazie alla costellazione Sentinel-1 del programma Copernicus.
  • dott. V. Caroselli, Iptsat srl – Faros: Applicazione web per la produzione di informazioni derivate da sentinel 2 a supporto della smart agricolture.
  • dott. M. Maranesi, Università Tor Vergata – FabSpace 2.0: open innovation per applicazioni di Osservazione della Terra.
  • dott. M. Boella, Nemea Sistemi Srl e Distretto Aerospaziale Sardegna (DASS) – Progetto legalità a Ventimiglia: utilizzo del dato Radar/SAR a supporto delle attività amministrative di controllo del territorio.
  • dott. M. Zotti, DTA – Lo Spazio in Puglia: dal Centro Fusione Dati alle applicazioni Copernicus per il monitoraggio delle infrastrutture.
  • dott.sa G. Fiore, EURISY – Esperienze operative di utilizzo di immagini satellitari e dati Copernicus nel settore pubblico: sfide ed opportunità.
31 OTTOBRE 2017
Padova – Sala Archivio Storico
Università degli Studi di Padova - Palazzo Bo - Via 8 febbraio 1848, 2 - 35122 - Padova

Agenda
9.00 – 9.30 Welcome e Registrazione

9.30 – 11.00 Saluti Istituzionali
Galileo Galilei lavora come professore presso l'Università di Padova dal 1592 al 1610. Il suo lavoro è stato notevolmente influenzato dalle idee del polacco Nicolaus Copernico, studente a Padova dal 1501 al 1503. Oggi e non per caso Galileo e Copernico sono I nomi dei sistemi satellitari europei di punta dedicati alle applicazioni basate sulla Terra.
La conferenza descrive la sinergia tra i due sistemi satellitari con particolare attenzione alle applicazioni in posizionamento, navigazione, monitoraggio terrestre e agricoltura.
I programmi spaziali UE per la navigazione satellitare - Galileo - e l'osservazione della terra - Copernico - sono stati entrambi lanciati alla fine degli anni '90. Essi hanno un forte sostegno da parte del Parlamento europeo e delle altre istituzioni dell'UE. Questi programmi rappresentano un investimento pubblico di oltre 20 miliardi di euro da parte dell'UE e dell'Agenzia spaziale europea (ESA).
Mentre stanno raggiungendo la loro piena capacità operativa, l'indipendenza strategica che essi forniscono per l'UE ei loro Stati membri comportano un forte sviluppo di servizi in materia di navigazione, agricoltura, silvicoltura e pesca, energia, sanità pubblica, trasporti e urbanistica. L'acquisizione del mercato dei servizi e dei dati forniti da Galileo e Copernicus è una priorità fondamentale della strategia spaziale europea adottata nell'ottobre 2016.
Galileo, il sistema satellitare europeo di navigazione globale, dovrebbe essere completamente operativo per il 2021.
Può essere utilizzato ovunque sulla terra e trasmette dati di posizionamento e sincronizzazione dallo spazio usabili sul terreno per determinare la posizione di un utente.

Chair: Regione del Veneto - Ing. M. De Gennaro
  • prof. C. Barbieri, Universita’ di Padova – L’eredità di Galileo e Copernicus: dai concetti al Sistema satellitare
  • dr. G. G. Calini, GSA – Galileo: status ed opportunità per gli utenti
  • dr.ssa M. C. Falvella, ASI – L’impegno italiano nei progetti Copernicus e Galileo


11.00 – 11.15 Coffee break

11:30 – 13:00 Interventi
  • prof. L. Sartori, A. Caporali, Universita’ di Padova - Le applicazioni di Galileo e Copernicus in Agricoltura di Precisione e Scienze della Terra
  • dott.sa R. Ayazi, NEREUS - NEREUS come catalizzatore dell'uso delle tecniche spaziali tra le regioni europee


Tavola rotonda
Chair: ESPI - European Space Policy Institute - dott. S. Ferretti

Partecipanti:
  • dott. M. Facchini, European Commission
  • dott. M. Praet, European Space Agency
  • dr.ssa M. C. Falvella, Agenzia Spaziale Italiana
  • Prof. A. Caporali, Universita’ di Padova
  • Ing. M. De Gennaro, Regione del Veneto
  • Ing. O. Pozzobon Qascom S.r.l.
  • Prof. S. Gandolfi Universita' di Bologna
  • Ing. A. Di Federico E-Geos
30 OTTOBRE 2017
L'evento si svolgerà a venezia presso la sede della Regione Veneto a Palazzo Grandi Stazioni.



Regione Veneto
Palazzo Grandi Stazioni - Cannaregio 23 - 30124 Venezia Centro Storico

COME RAGGIUNGERE LA SEDE DELL'EVENTO

Come raggiungere Palazzo Grandi Stazioni
Palazzo Grandi Stazioni è facilmente raggiungibile da Piazzale Roma, hub per l'arrivo di tutti i mezzi pubblici, attraversando il ponte di Calatrava.
Oppure tramite ferrovia, con arrivo alla stazione di Venezia S. Lucia. Palazzo Grandi Stazioni si trova a destra dell'uscita principale ai piedi della scalinata.
Si suggerisce di arrivare sull’isola, tramite mezzi pubblici o direttamente tramite treno, anche dalla stazione di Venezia Mestre - Marghera ove è più facile trovare parcheggio per l'auto.
La sede della conferenza è a due minuti di cammino da Piazzale Roma, dopo il ponte della Costituzione (Ponte di Calatrava) che attraversa il Canal Grande
In macchina
A Venezia si arriva in auto fino a Piazzale Roma. Qui occorre parcheggiare il mezzo e procedere a piedi.
Per l'accesso con l'auto è disponibile il parcheggio del tronchetto e quindi un autobus o con il people movers sino a Piazzale Roma.
Oppure, prima di accedere al ponte della Libertà, sulla terraferma, è possibile trovare dei parcheggi a pagamento e quindi proseguire con i mezzi pubblici fino a Piazzale Roma.
Dagli Aeroporti
Dall'aeroporto Marco Polo potete raggiungere Venezia
Via terra:
- Linea n ° 5 ACTV, autobus del trasporto pubblico locale, arriva a Venezia, Piazzale Roma. Gli autobus effettuano numerose fermate prima di raggiungere Piazzale Roma. Il viaggio dura circa 30 minuti. Gli autobus partono da una fermata situata davanti all'area arrivi.
Sito web ACTV: http://www.actv.it
- Bus ATVO: collegamento diretto dall'aeroporto a Piazzale Roma che dura circa 20 minuti. Gli autobus effettuano una corsa circa ogni mezz'ora. Gli autobus partono dalla pensilina esterna all’uscita dell’aeroporto sulla destra.
Sito web di ATVO: http://www.atvo.it/it-venice-airport.html
- In taxi: il costo della corsa è circa 55 € chiedere prima ai conducenti. .
Via acqua in battello
- Alilaguna: è una linea diretta dall'aeroporto alla fermata “Guglie”, a soli dieci minuti dalla sede.
Sito Alilaguna: http://www.alilaguna.it/it/linea-arancio.
- In taxi d'acqua: il costo della corsa è circa 120 € per taxi d'acqua, chiedere prima ai conducenti.

Dall' aeroporto Canova di Treviso potete raggiungere Venezia tramite mezzi pubblici:
In Autobus : Per informazioni consultate la seguente pagina http://www.trevisoairport.it/trasporti/autobus.html
< In Treno : Per informazioni consultate la seguente pagina http://www.trevisoairport.it/trasporti/treno.html
In taxi: Per informazioni consultate la seguente pagina http://www.trevisoairport.it/trasporti/taxi.html

31 OTTOBRE 2017
L'evento si svolgerà a Padova presso la sede dell'Università di Padova Sala dell'Archivio Storico



Università di Padova
Archivio Storico
Palazzo Bo - Via 8 febbraio 1848, 2 - 35122 - Padova

COME RAGGIUNGERE LA SEDE DELL'EVENTO

In treno
E’ possibile raggiungere la sede dell’evento dalla Stazione di Padova e poi a piedi lungo Corso del Popolo e Corso Garibaldi, fino a Via VIII febbraio. Per compiere il tragitto si impiagano circa 15-20 minuti.
In auto
Non è possibile raggiungere la sede dell’evento in auto, in quanto si trova in zona pedonale, E possibile parcheggiare l’auto presso i parcheggi a pagamento di Prato della valle e Piazza insurrezione.
L'evento è gratuito e la partecipazione è libera previa registrazione.
Per accedere alla sede dell'evento è obbligatoria la registrazione.

Non verranno accettate registrazioni in loco
Le registrazione saranno accolte in funzione della data di sottoscrizione.


Le registrazioni sono chiuse.

Per ogni indicazione potete scrivere alla seguente email: secretariat@ie4st.eu
Per ogni richiesta o indicazione è possibile contattare:
Segreteria dell'Evento
c/o I.E.S.T. - Istituto Europeo per lo Sviluppo Tecnologico

Email: secretariat@ie4st.eu
TEL. +39 041 200 28 42
Di seguito è possibile trovare un elenco di alberghi posti nelle vicinanze della sede degli eventi. Vi preghiamo di contattare direttamente per effettuare la prenotazione.
Si prega di notare che la tassa di soggiorno non è inclusa.


Hotel a VENEZIA
CARNIVAL PALACE HOTEL
Hotel a 4 stelle
Fondamenta di Cannaregio 929, Cannaregio, 30121 Venezia, Italia
www.carnivalpalace.com
Prezzo medio: € 224,10 - € 389 (breakfast included)

HOTEL PRINCIPE
Hotel a 4 stelle
Lista di Spagna 147, Cannaregio, 30121 Venezia, Italia
www.hotelprincipevenice.it
Prezzo medio: € 162 € 250 (breakfast included)

B4 BELLINI VENEZIA
Hotel a 4 stelle
Lista di Spagna 116/A, Cannaregio, 30121 Venezia, Italia
www.b4bellinivenezia.com/
Prezzo medio: € 130,50 € 172,53 (breakfast included)

HOTEL AMADEUS
Hotel a 4 stelle
Lista di Spagna 227, Cannaregio, 30121 Venezia, Italia
http://www.amadeushotelvenice.com
Prezzo medio:€ 144 € 189 (breakfast included)

HOTEL TRE ARCHI
Hotel a 3 stelle
Cannaregio 923, 30121 Venezia, Italia
www.trearchihotelvenice.com
Prezzo medio: € 126 € 165 (breakfast included)

HOTEL AI DUE FANALI
S. Croce 946 30135 Venezia
tel. +39 041 718490
Fax +39 041 244872
www.aiduefanali.com/it/information/hotel-venezia/1-0.html
Prezzo medio:€ 160 € 200

HOTEL CARLTON ON THE GRAND CANAL
Santa Croce 578, 30135 Venezia, Italia
Tel. + 39.041.2752000
Fax +39.041.2752446 / 041.2752050
www.carltongrandcanal.com/it/
Prezzo medio: € 246 € 331

HOTEL MONACO & GRAN CANAL
San Marco 1332 30124 VENEZIA
Tel.: +390415200211
Fax: +390415200501
www.hotelmonaco.it
Prezzo medio: € 238 € 510

FORESTERIA VALDESE DI VENEZIA
Palazzo Cavagnis, Castello 5170, I–30122 Venezia
tel. 041-5286797 (9:00-13:00, 18:00-20:00)
fax 041-2416238
E-mail: foresteriavenezia@diaconiavaldese.org
www.diaconiavaldese.org/venezia/foresteria/index.htm

FONDAZIONE UGO E OLGA LEVI
San Vidal 2894, 30124 Venezia,
tel. +39 041 2770542
fax +39 041 786766
www.foresterialevi.it

PENSIONE ACCADEMIA – VILLA MARAVEGE
Dorsoduro 1058 (Fondamenta Bollani) - 30123 Venice
Tel. +39 0415210188
Fax. +39 0415239152
www.pensioneaccademia.it/


Hotels in PADOVA

MAJESTIC TOSCANELLI
Hotel a 4 stelle
Via Dell’Arco 2, 35122 Padova
Tel +39 049 663 244
Fax +39 049 876 0025
e-mail :majestic@toscanelli.com
www.toscanelli.com/
Prezzo medio: € 114 € 223 (breakfast included)

HOTEL EUROPA
Hotel a 4 stelle
Largo Europa 9, 35137 Padova
Tel +39 049 661200
Fax +39 049 661508
e-mail : info@hoteleuropapd.it
http://hoteleuropapd.it/
Prezzo medio: € 114 € 220 (breakfast included)

METHIS HOTEL & SPA
Hotel a 4 stelle
Riviera Paleocapa 70, 35142 Padova
Tel +39 049 8725555
Fax +39 049 8725135
e-mail : info@methishotel.com
www.methishotel.it
Prezzo medio: € 90 € 201 (breakfast included)

L'evento è organizzato con il patrocinio di:

L'evento è organizzato con la collaborazione di: